da Lastampa

di maecello Gelardini

Da Nord a Sud, le migliori scuole: ecco i licei, gli istituti professionali e tecnici che preparano alla vita e fanno trovare lavoro più facilmente

La Fondazione Agnelli, nell’elaborare il suo osservatorio Eduscopio 2023 segnala le migliori scuole d’Italia.

Le scuole "professionalizzanti" che preparano meglio al lavoro

Il parametro cardine dell’analisi - che ha messo in fila i dati di decine di migliaia di studenti provenienti dagli indirizzi più “pratici”, diplomati nel triennio che va dal 2017 al 2020 - è ovviamente il tasso di occupazione dei diplomati.

Ma, per rendere ancora più attuali le graduatorie, il report si è concentrato solo su quei diplomati che hanno lavorato almeno sei mesi a due anni dal titolo di scuola secondaria superiore, guardando anche alla coerenza tra gli studi fatti e il lavoro svolto.

Quali sono, dunque, i migliori istituti professionali d’Italia? Dipende dall’area di specializzazione, se nel settore “Servizi” o in quello “Industria e Artigianato”. Il portale Skuola.net, perciò, ha provato a fare un po’ di ordine, segnalando quelli con le performance più elevate, nei grandi centri urbani del Paese,dividendoli per i due macro-settori di riferimento.

I migliori istituti professionali di Milano

Nel capoluogo lombardo, a livello di istituti professionali per i Servizi, il podio è completamente diverso dall’anno scorso. La prima scelta in città indicata da Eduscopio è l’istituto paritario “Casati”, seguito dal “Carlo Porta” e dall’”Amerigo Vespucci”; se però allarghiamo il raggio d’indagine alla provincia, al vertice troviamo, come lo scorso anno, il “Collegio Ballerini”, anch’esso paritario. Tra i professionali per l’Industria e l’Artigianato, invece, in città spiccano il “Correnti”, il “Carlo Molaschi” di Cusano Milanino e il “Settembrini”; in provincia le scelte migliori sono il “Cipriano Facchinetti” di Castellanza, l’”Antonio Parma” di Saronno e il "Virgilio Floriani” di Vimercate.

I migliori istituti professionali di Roma

Nella Capitale, l'istituto “Amerigo Vespucci” è il migliore professionale “Servizi”; al secondo posto c’è il “Safi Elis”, al terzo il “Tor Carbone”; podio che rimane invariato anche a livello provinciale. Per gli indirizzi legati a “Industria e Artigianato”, in città Eduscopio consiglia di puntare sul “Cattaneo” o, in alternativa, sull’istituto “Magarotto” e sul “Carlo Urbani”. Se, invece, ci si può spostare oltre l’area urbana, la scelta migliore è il “Largo Brodolini” di Pomezia o il “Borsellino-Falcone” di Zagarolo.

I migliori istituti professionali di Napoli

Tra le scuole professionali di Napoli e dintorni, per gli indirizzi “Servizi”, il primato appartiene all’istituto “Pagano-Bernini”; a completare il podio il paritario Centro Studi “Nobel Montalcini” di Melito di Napoli e l’”Ugo Tognazzi” di Pollena Trocchia. Contemplando un’area di 30 km dalla città, le tre piazze principali spettano al “Cesare Brescia” di Pompei e l’”Ippolito Nievo” di Roccarainola, entrambe paritarie, e all’istituto “San Paolo” di Sorrento. Per il segmento Industria e Artigianato, la medaglia d’oro va al collo dell’istituto “Carlo Levi” di Portici, che si mette dietro il “Caselli” e il “Pagano-Bernini”; a livello provinciale il vertice è rappresentato dall’istituto “Leone-Nobile” di Nola, dal “Cristoforo Colombo” di Torre del Greco e dal “Marconi-Galilei” di Torre Annunziata.

I migliori istituti professionali di Firenze

I migliori istituti professionali “Servizi” del capoluogo toscano e dintorni, secondo Eduscopio, sono nell’ordine: l’”Aurelio Saffi”, il “Bernardo Buontalenti” e il “Leonardo Da Vinci”. Per quanto riguarda i professionali “Industria e Artigianato”, l’osservatorio di Fondazione Agnelli segnala ancora il “Leonardo Da Vinci”, accompagnato dal “Cellini-Tornabuoni”.

I migliori istituti professionali di Torino

Nella città sabauda, il trittico più istituti professionali “Servizi” più performanti dal punto di vista occupazionale è costituito dal “Giuseppina Colombatto”, dal “Giovanni Giolitti” e dallo “Jacopo Beccari”; estendendo la ricerca alla provincia entra in gioco, al terzo posto, il “Norberto Bobbio” di Carignano. Nel campo “Industria e Artigianato”, si fanno preferire il “Dalmazio Birago”; il “Giovanni Plana” e il “Galilei”; a livello provinciale, però, il migliore è l’istituto “Galileo Ferraris” di Settimo Torinese.

I migliori istituti professionali di Bologna

Nel capoluogo felsineo, il professionale “Servizi” su cui punta di più Eduscopio è il “Manfredi”, che si lascia dietro il “Marcello Malpighi” e l’”Aldrovandi-Rubbiani”, tutti in città. Stessa cosa per quelli “Industria e Artigianato”, che vedono un podio composto dai seguenti istituti bolognesi: il paritario “Beata Vergine di San Luca”, il “Belluzzi-Fioravanti” e l’”Aldini Valeriani”.

I migliori istituti professionali di Genova

All’ombra della lanterna, il report della Fondazione Agnelli segnala l’istituto professionale “Gaslini - Meucci” come la migliore scelta in assoluto, sia che si voglia optare per gli indirizzi “Servizi” sia che si scelgano quelli “Industria e Artigianato”. Buono, però, anche il credito che viene dato, lato “Servizi”, al “Nino Bergese” e al “Marco Polo” e, lato “Industria e Artigianato”, all’”Attilio Odero”.

I migliori istituti professionali di Bari

Anche nel capoluogo pugliese c’è un istituto professionale che sbaraglia la concorrenza su tutta la linea: è il “Luigi Santarella”, che si impone sia per quanto riguarda l’area “Servizi” sia per quella “Industria e Artigianato”. Le alternative sono: nel primo caso, l’”Armando Perotti” e l’”Ettore Majorana”; nel secondo caso, il “Volta - De Gemmis”.

I migliori istituti professionali di Palermo

In Sicilia e, più precisamente a Palermo, tra i professionali del settore “Servizi” si staglia in cima alla graduatoria Eduscopio il “Paolo Borsellino”, seguito dal “Francesco Paolo Cascino”. Mentre tra i professionali “Industria e Artigianato” è ancora una volta l’“Alessandro Volta” il primo della classe; ribadisce la seconda piazza anche l’”Enrico Medi”.

I migliori istituti professionali di Cagliari

Sull’altra grande isola, la Sardegna, il “Domenico Alberto Azuni” e l’”Antonio Gramsci” si impongono, a pari merito, come i migliori istituti professionali per gli studi in “Servizi” della città di Cagliari. Mentre per l’indirizzo “Industria e Artigianato”, si conferma in vetta alla classifica il “Sandro Pertini.

Scuole superiori, ecco quali sono i migliori licei d’Italia

Quali sono le migliori scuole superiori d’Italia? Come sempre, ad aiutare gli studenti e le famiglie a orientarsi in vista delle iscrizioni di gennaio, ci pensa Eduscopio 2023, l’osservatorio della Fondazione Agnelli che ogni anno scandaglia centinaia di istituti per individuare quelli con le performance più alte. Dividendo tra i principali indirizzi, nelle varie città del nostro Paese. L’attenzione, come sempre, è rivolta soprattutto ai Licei, visto che la stragrande maggioranza degli alunni si rivolge a quel mondo: nel 2023/24 circa 6 studenti su 10 hanno iniziato il proprio percorso delle superiori proprio in un liceo.

Eduscopio 2023: le scuole che pre

Il parametro cardine dell’analisi - che ha messo in fila i dati di decine di migliaia di studenti provenienti dagli indirizzi più “pratici”, diplomati nel triennio che va dal 2017 al 2020 - è ovviamente il tasso di occupazione dei diplomati.

Ma, per rendere ancora più attuali le graduatorie, il report si è concentrato solo su quei diplomati che hanno lavorato almeno sei mesi a due anni dal titolo di scuola secondaria superiore, guardando anche alla coerenza tra gli studi fatti e il lavoro svolto.

Quali sono, dunque, i migliori istituti professionali d’Italia? Dipende dall’area di specializzazione, se nel settore “Servizi” o in quello “Industria e Artigianato”. Il portale Skuola.net, perciò, ha provato a fare un po’ di ordine, segnalando quelli con le performance più elevate, nei grandi centri urbani del Paese,dividendoli per i due macro-settori di riferimento.

I migliori istituti professionali di Milano

Nel capoluogo lombardo, a livello di istituti professionali per i Servizi, il podio è completamente diverso dall’anno scorso. La prima scelta in città indicata da Eduscopio è l’istituto paritario “Casati”, seguito dal “Carlo Porta” e dall’”Amerigo Vespucci”; se però allarghiamo il raggio d’indagine alla provincia, al vertice troviamo, come lo scorso anno, il “Collegio Ballerini”, anch’esso paritario. Tra i professionali per l’Industria e l’Artigianato, invece, in città spiccano il “Correnti”, il “Carlo Molaschi” di Cusano Milanino e il “Settembrini”; in provincia le scelte migliori sono il “Cipriano Facchinetti” di Castellanza, l’”Antonio Parma” di Saronno e il "Virgilio Floriani” di Vimercate.

I migliori istituti professionali di Roma

Nella Capitale, l'istituto “Amerigo Vespucci” è il migliore professionale “Servizi”; al secondo posto c’è il “Safi Elis”, al terzo il “Tor Carbone”; podio che rimane invariato anche a livello provinciale. Per gli indirizzi legati a “Industria e Artigianato”, in città Eduscopio consiglia di puntare sul “Cattaneo” o, in alternativa, sull’istituto “Magarotto” e sul “Carlo Urbani”. Se, invece, ci si può spostare oltre l’area urbana, la scelta migliore è il “Largo Brodolini” di Pomezia o il “Borsellino-Falcone” di Zagarolo.

I migliori istituti professionali di Napoli

Tra le scuole professionali di Napoli e dintorni, per gli indirizzi “Servizi”, il primato appartiene all’istituto “Pagano-Bernini”; a completare il podio il paritario Centro Studi “Nobel Montalcini” di Melito di Napoli e l’”Ugo Tognazzi” di Pollena Trocchia. Contemplando un’area di 30 km dalla città, le tre piazze principali spettano al “Cesare Brescia” di Pompei e l’”Ippolito Nievo” di Roccarainola, entrambe paritarie, e all’istituto “San Paolo” di Sorrento. Per il segmento Industria e Artigianato, la medaglia d’oro va al collo dell’istituto “Carlo Levi” di Portici, che si mette dietro il “Caselli” e il “Pagano-Bernini”; a livello provinciale il vertice è rappresentato dall’istituto “Leone-Nobile” di Nola, dal “Cristoforo Colombo” di Torre del Greco e dal “Marconi-Galilei” di Torre Annunziata.

I migliori istituti professionali di Firenze

I migliori istituti professionali “Servizi” del capoluogo toscano e dintorni, secondo Eduscopio, sono nell’ordine: l’”Aurelio Saffi”, il “Bernardo Buontalenti” e il “Leonardo Da Vinci”. Per quanto riguarda i professionali “Industria e Artigianato”, l’osservatorio di Fondazione Agnelli segnala ancora il “Leonardo Da Vinci”, accompagnato dal “Cellini-Tornabuoni”.

I migliori istituti professionali di Torino

Nella città sabauda, il trittico più istituti professionali “Servizi” più performanti dal punto di vista occupazionale è costituito dal “Giuseppina Colombatto”, dal “Giovanni Giolitti” e dallo “Jacopo Beccari”; estendendo la ricerca alla provincia entra in gioco, al terzo posto, il “Norberto Bobbio” di Carignano. Nel campo “Industria e Artigianato”, si fanno preferire il “Dalmazio Birago”; il “Giovanni Plana” e il “Galilei”; a livello provinciale, però, il migliore è l’istituto “Galileo Ferraris” di Settimo Torinese.

I migliori istituti professionali di Bologna

Nel capoluogo felsineo, il professionale “Servizi” su cui punta di più Eduscopio è il “Manfredi”, che si lascia dietro il “Marcello Malpighi” e l’”Aldrovandi-Rubbiani”, tutti in città. Stessa cosa per quelli “Industria e Artigianato”, che vedono un podio composto dai seguenti istituti bolognesi: il paritario “Beata Vergine di San Luca”, il “Belluzzi-Fioravanti” e l’”Aldini Valeriani”.

I migliori istituti professionali di Genova

All’ombra della lanterna, il report della Fondazione Agnelli segnala l’istituto professionale “Gaslini - Meucci” come la migliore scelta in assoluto, sia che si voglia optare per gli indirizzi “Servizi” sia che si scelgano quelli “Industria e Artigianato”. Buono, però, anche il credito che viene dato, lato “Servizi”, al “Nino Bergese” e al “Marco Polo” e, lato “Industria e Artigianato”, all’”Attilio Odero”.

I migliori istituti professionali di Bari

Anche nel capoluogo pugliese c’è un istituto professionale che sbaraglia la concorrenza su tutta la linea: è il “Luigi Santarella”, che si impone sia per quanto riguarda l’area “Servizi” sia per quella “Industria e Artigianato”. Le alternative sono: nel primo caso, l’”Armando Perotti” e l’”Ettore Majorana”; nel secondo caso, il “Volta - De Gemmis”.

I migliori istituti professionali di Palermo

In Sicilia e, più precisamente a Palermo, tra i professionali del settore “Servizi” si staglia in cima alla graduatoria Eduscopio il “Paolo Borsellino”, seguito dal “Francesco Paolo Cascino”. Mentre tra i professionali “Industria e Artigianato” è ancora una volta l’“Alessandro Volta” il primo della classe; ribadisce la seconda piazza anche l’”Enrico Medi”.

I migliori istituti professionali di Cagliari

Sull’altra grande isola, la Sardegna, il “Domenico Alberto Azuni” e l’”Antonio Gramsci” si impongono, a pari merito, come i migliori istituti professionali per gli studi in “Servizi” della città di Cagliari. Mentre per l’indirizzo “Industria e Artigianato”, si conferma in vetta alla classifica il “Sandro Pertini.

Scuole superiori, ecco quali sono i migliori licei d’Italia

Quali sono le migliori scuole superiori d’Italia? Come sempre, ad aiutare gli studenti e le famiglie a orientarsi in vista delle iscrizioni di gennaio, ci pensa Eduscopio 2023, l’osservatorio della Fondazione Agnelli che ogni anno scandaglia centinaia di istituti per individuare quelli con le performance più alte. Dividendo tra i principali indirizzi, nelle varie città del nostro Paese. L’attenzione, come sempre, è rivolta soprattutto ai Licei, visto che la stragrande maggioranza degli alunni si rivolge a quel mondo: nel 2023/24 circa 6 studenti su 10 hanno iniziato il proprio percorso delle superiori proprio in un liceo.

Eduscopio 2023: le scuole che preparano meglio all’università

Per questo, il portale specializzato Skuola.net ha analizzato le classifiche di 10 grandi città capoluogo di regione e del loro hinterland - entro 30 chilometri - mostrando i licei scientifici, classici, linguistici, delle scienze umane, artistici che meglio aiutano i ragazzi a costruire il proprio futuro. Il parametro centrale di valutazione? il rendimento dei loro diplomati all’università, naturale approdo di un liceale. Mostrando tante conferme ma anche qualche novità di rilievo.

Più in generale, l’osservatorio ha messo in fila i dati di 1.326.000 studenti di 7.850 scuole, diplomati nel triennio che va dal 2017 al 2020 (a.s. 2017/2018 - 2018/2019 - 2019/2020). In particolare, quest’ultimo anno scolastico è stato oggetto di ulteriore approfondimento da parte del team di lavoro, che si è soffermato sugli effetti che il Covid 19 ha avuto sulle immatricolazioni universitarie. Riguardo questo punto, contrariamente alle aspettative, dall’indagine è emerso come la percentuale dei diplomati 2020 che avevano deciso di iscriversi a un percorso di laurea fosse in crescita rispetto al passato: il 56,2% si è subito iscritto ad una facoltà dopo il diploma, contro il 54,1% del 2019.

«Anche i dati di Eduscopio - ha dichiarato a Skuola.net Andrea Gavosto, direttore di Fondazione Agnelli - suggeriscono che sia a scuola sia all’università il Covid ha creato grossi problemi agli studenti. Soprattutto in termini di apprendimenti, ma anche con effetti sul piano emozionale e sociale, mettendone in luce preoccupanti fragilità. Così è stato in quasi tutti paesi del mondo, alla luce di un’emergenza sanitaria globale. Ma certamente l’Italia ha patito in modo significativo: per le generazioni che più ne hanno sofferto i danni potrebbero essere di lungo periodo. Da tempo, come Fondazione Agnelli, sosteniamo che il problema del recupero degli apprendimenti dopo il Covid sia stato sottovalutato tanto dalla politica quanto dal mondo della scuola. Ci voleva, fin da subito, uno sforzo imponente, programmato, sistematico e pluriennale, che purtroppo non c’è stato. Più il tempo passa, più sarà difficile rimediare».

I migliori licei di Milano

Tornando al focus Licei, Le sorprese iniziano proprio dal capoluogo lombardo. A Milano, infatti, l’istituto paritario “Don Gnocchi” guadagna il primato della classifica dei classici, a scapito del “Banfi” che quindi scivola in seconda posizione. Lo segue a ruota il “Giulio Casiraghi” di Cinisello Balsamo che chiude il podio anche nell’edizione di quest’anno. Cambio di vertice anche tra i licei scientifici: qui la classifica vede in cima il liceo “Maria Gaetana Agnesi” di Merate, che stacca l’ “Alessandro Volta”, saldo in seconda posizione. Notevole, invece, il balzo in avanti dell’ “Iris Versari” di Cesano Maderno che passa dalla nona posizione del 2022 al terzo posto dell’ultima edizione.

Tra i licei linguistici, invece, il “Daniele Crespi” di Busto Arsizio si prende la vetta della classifica, dopo il quarto posto della scorsa edizione. Lato licei artistici, il “Sacro Cuore” scippa il primato al “Preziosissimo Sangue” di Monza, finito al secondo posto. Per quanto riguarda i licei scientifici opzione scienze applicate, il “Maria Gaetana Agnesi” e il “Banfi” confermano rispettivamente il primo e secondo posto. Così come tra i licei delle scienze umane - ad opzione economico sociale - il migliore è lo stesso dell’edizione 2022: l’ “Alessandro Greppi”. L’indirizzo tradizionale delle scienze umane, invece, vede una novità in cima alla classifica: l’”Italo Calvino” di Rozzano.

I migliori licei di Roma

L’edizione 2023 di Eduscopio evidenzia diversi cambiamenti in cima alle classifiche delle scuole romane. Nella Capitale, infatti, quest’anno il migliore liceo classico è il “Visconti”, primo classificato davanti al “Mamiani” e al “Vittorio Emanuele II”. Invece, tra gli scientifici, il “Righi” non molla e si piazza ancora una volta in cima a tutti. Alle sue spalle, il “Camillo Cavour” e il “Vito Volterra” di Ciampino che, rispetto al 2022, guadagna ben quattro posizioni. Un vero e proprio exploit considerando che lo stesso liceo è addirittura al secondo posto nelle scienze applicate, preceduto soltanto dal “Newton” di Roma. Dopo di loro segue il “Labriola”. Tra i licei linguistici prosegue il ‘faccia a faccia’ tra l’ “Amaldi” (che quest’anno si piazza primo) e il paritario “Renzo Levi”, (il primo classificato del 2022).

Nessuna novità tra i licei delle scienze umane: qui il “Giordano Bruno” costituisce anche quest’anno la punta diamante del settore. L’istituto paritario “Sant’Orsola” è ancora una volta il migliore liceo artistico su territorio romano.

I migliori licei di Napoli

In Campania, più precisamente nel capoluogo regionale, c’è stato un cambio al vertice per quanto riguarda i licei classici: in questo ambito, è il “Convitto Vittorio Emanuele II” la migliore scuola in città. Seguono il liceo “Jacopo Sannazzaro” e il liceo “Umberto I”. Tra gli scientifici nessuna novità: il “Mercalli” e il “Nobel” di Torre del Greco sono ancora una volta le prime due classificate. Da segnalare, invece, il “Gianbattista Vico” che nel 2023 scala due posizioni finendo al terzo posto in classifica. Nel ramo delle scienze applicate abbiamo addirittura una new entry in top 10: si tratta del liceo “Is Ischia” primo classificato, davanti al “Salvemini” e al “Fonseca”.

Troviamo dei nuovi ‘volti’ anche tra i migliori licei delle scienze umane. Qui il migliore di questa edizione è il liceo “Galileo Galilei” che lo scorso anno non era nemmeno riuscito a conquistare la top 10. Per quanto riguarda l’indirizzo economico sociale la classifica vede al primo posto il “Caracciolo - Procida”. Mentre il migliore liceo linguistico situato ai piedi del Vesuvio è il “Pascal” di Pompei. Non solo, il “Pascal” è anche il migliore liceo artistico in città.

I migliori licei di Firenze

La città di Dante è tra quelle che non ha subito particolari stravolgimenti nella classifica 2023 di Eduscopio. Tra i licei classici, ad esempio, le prime tre posizioni del vertice sono occupate dalle medesime scuole del 2022. Il “Michelangiolo” è sempre la migliore opzione per gli interessati agli studi classici, così come il “Galileo” e l’ “Alberti - Dante”. Allo stesso modo, il “Machiavelli” è il liceo scientifico con il miglior percorso scolastico. In alternativa, si può optare per il “Leonardo Da Vinci” e il “Guido Castelnuovo”. Situazione simile nel settore delle scienze applicate dove l’unico cambiamento è al vertice: qui il “Gobetti - Volta” scippa il primato al “Machiavelli”. Anche se l’egemonia del migliore liceo scientifico fiorentino è lampante.

Infatti, il “Machiavelli” è allo stesso tempo anche il migliore liceo delle scienze umane. Uno strapotere quello del “Machiavelli”, perché si aggiudica anche la prima posizione tra i licei linguistici. Il liceo di Scandicci è primo per quanto riguarda l’opzione economico sociale delle scienze umane. Lato artistico, al vertice troviamo l’ “Alberti - Dante” e il “Porta Romana”.

I migliori licei di Torino

All’ombra della Mole è ancora il “Baldessano - Roccati” il migliore liceo classico in circolazione. Alle sue spalle il “Camillo Cavour” e il “Vincenzo Gioberti”. Lato licei scientifici, invece, a sorpresa l’ “Edoardo Agnelli” è primo in classifica (contro la nona posizione del 2022). Poi l’ “Altiero Spinelli” che si piazza come secondo davanti al “Blaise Pascal”. Nell’ambito delle scienze applicate troviamo il liceo “Valsalice”, accompagnato sul podio dal “Majorana” di Moncalieri e dal “Filippo Juvarra” di Venaria Reale.

Il migliore liceo delle scienze umane in circolazione è il “Federico Albert” che soffia il primato al liceo “Maria Ausiliatrice”. Il “Berti” conferma il terzo posto anche quest’anno, ma se parliamo dell’opzione economico sociale allora balza addirittura in prima posizione. Per il secondo anno di fila, poi, il liceo “Spinelli” è ancora una volta il migliore liceo linguistico in città. La migliore scuola per studiare arte, invece, è anche quest’anno il “Primo Liceo Artistico”.

I migliori licei di Bologna

Anche tra le colline bolognesi la situazione è rimasta più o meno immutata, almeno per quanto riguarda alcuni ambiti di studio. Ecco quindi che il “Luigi Galvani” e il “Marco Minghetti” sono ancora i due migliori licei classici disponibili in città. I licei scientifici confermano il podio della scorsa edizione, composto dal “Copernico”, dal “Galvani” e dal “Fermi”. Nel ramo delle scienze applicate, però, sono il “Keynes”, il “Malpighi” e il “Righi” a prendersi la scena. Nell’ambito delle scienze umane, il miglior liceo è l’ “Enrico Mattei”. Il liceo “Ettore Majorana” è ancora una volta il migliore linguistico su piazza.

I migliori licei di Genova

A Genova il vincitore della scorsa edizione tra i classici, vale a dire il liceo “Andrea Doria” scivola in terza posizione. Al suo posto, al vertice della classifica troviamo il liceo “Cristoforo Colombo”, seguito dal “Giuseppe Mazzini”. Tra gli scientifici, quello che offre il percorso migliore ad oggi è il “Giovanni Domenico Cassini”. Le altre due teste di serie, come lo scorso anno, sono il “Luigi Lanfranconi” e il “Martin Luther King”. Nelle scienze applicate spiccano invece il liceo “Italo Calvino” e il “Majorana - Giorgi”. Nelle scienze umane, quest’anno è l’istituto paritario “Calasanzio” il migliore liceo in città; ma per l’indirizzo economico sociale il primo in classifica risulta essere il “Luigi Lanfranconi”. Il liceo “Grazia Deledda” conferma il primato del 2022 tra i licei linguistici.

I migliori licei di Bari

Scendendo verso il Sud della Penisola, a Bari la classifica dei licei classici è identica a quella dello scorso anno. Troviamo, in ordine: il “Socrate”, l’ “Orazio Flacco” e il “Cartesio”. Allo stesso modo, tra gli scientifici si riconfermano il liceo “Salvemini”, il “Fermi” e l’ “Arcangelo Scacchi”. Nell’ambito delle scienze applicate, svetta il “Da Vinci - Majorana” che si piazza davanti al “Majorana” e al “Cartesio”. Nelle scienze umane le due migliori scuole sono il “Giordano Bianchi Dottula” e l’ “Edoardo Amaldi”. Il “Bianchi Dottula” trova spazio anche nella classifica dell’opzione economico sociale fermandosi però qui al secondo posto. In prima posizione c’è il liceo “Ilaria Alpi” di Rutigliano. La migliore scuola per le lingue è, ancora, il “Bianchi Dottula”. Lato artistico, il liceo “De Nittisi - Pascali” è di nuovo il migliore.

I migliori licei di Palermo

Proseguendo con la nostra rassegna delle migliori scuole del Sud, ci spostiamo in Sicilia. Nel capoluogo di regione il vertice della classifica dei classici vede ancora una volta al primo posto il liceo “Umberto I”, seguito in seconda posizione dal “Gastaldi” e dal “Basile - D’Aleo” che chiude il podio. Per quanto riguarda l’ambito scientifico, lo “Stanislao - Cannizzaro” balza avanti a tutti guadagnandosi il primato. Seguono il “Don Bosco” e l’ “Albert Einstein”. Ma se parliamo di scienze applicate, allora le migliori scuole sono il “Basile”, il “Majorana” e l’ “Alessandro Volta”. Nelle scienze umane il “Danilo Dolci” bissa il primo posto dell’edizione 2022. Per quanto riguarda l’opzione economico sociale la classifica, immutata anche questa, vede al vertice il “Giovanni Agostino De Cosmi”. Stesso discorso per i licei artistici, dove svetta il liceo “Catalano”.

I migliori licei di Cagliari

Concludiamo la nostra speciale panoramica delle migliori scuole superiori 2023 in Sardegna. Più precisamente a Cagliari, dove la classifica dei licei classici vede anche quest’anno il “Giovanni Maria Dettori” in prima posizione. Seconda posizione per il “Vittorio Emanuele II” e il “Motzo” di Quartu Sant’Elena. Allo stesso modo, il liceo “Antonio Pacinotti” è il migliore scientifico dell’anno. La classifica vede anche altre conferme, come il liceo “Euclide” e il “Leon Battista Alberti” rispettivamente in seconda e in terza posizione. L’ “Alberti” però è il migliore liceo nel ramo delle scienze applicate, primo classificato davanti al “Michelangelo” e al “Giuseppe Brotzu”. Anche nell’ambito delle scienze umane assistiamo a diverse conferme. Prima fra tutte, il liceo “Eleonora D'Arborea", primo classificato anche per quanto riguarda l’opzione economico sociale. Sul podio troviamo inoltre anche il liceo “Motzo” (secondo nella classifica dell’indirizzo economico sociale) e il “Graziani Deledda”. Tre scuole che si attestano come tra le migliori in città: il trio, infatti, occupa anche il podio dei licei linguistici. Infine, la mappa dei licei si conclude con il “Foiso Fois” e il “Brotzu”, i due migliori licei artistici di Cagliari.

Scuole superiori, ecco quali sono i migliori istituti tecnici d’Italia

L’osservatorio Eduscopio 2023 ha incoronato le migliori scuole dall’approccio più pratico. Distinguendo tra quelle che fanno trovare prima lavoro e quelle che preparano meglio agli studi accademici. Tra i parametri decisivi, da un lato la velocità con cui “occupano” i propri diplomati, dall’altro il successo nel percorso universitario

Non solo Licei. In questi ultimi anni gli istituti tecnici sono stati il principale argine alla “licealizzazione” delle scuole superiori, garantendosi una preferenza sulle iscrizioni costantemente intorno al 30%. Questo perché i “tecnici” costituiscono sempre più una eccellenza formativa, abbinando a una buona istruzione di base anche la possibilità di specializzarsi su alcune discipline tecniche di indirizzo, a carattere “economico” o “tecnologico” a seconda dei propri obiettivi. Efficaci a livello occupazionale - provate da azienda a trovare un geometra o un perito sul mercato del lavoro - ma anche efficaci nel caso si decida di proseguire la formazione in ambito accademico.

Per questo la Fondazione Agnelli, nell’elaborare il suo attesissimo osservatorio Eduscopio - che mette in fila le performance delle scuole del nostro Paese - approcciandosi a questi indirizzi ormai fa una doppia classifica: quella degli istituti che preparano meglio agli studi accademici e quella degli istituti che consentono di trovare più facilmente un’occupazione, in tempi rapidi e sfruttando la formazione acquisita tra i banchi.

Eduscopio 2023: le scuole “tecniche” che preparano all’università e al lavoro

Chi ha elaborato il report, per arrivare alle sue conclusioni, ha analizzato i dati di 1.326.000 studenti di 7.850 scuole, diplomati nel triennio che va dal 2017 al 2020 (a.s. 2017/2018 - 2018/2019 - 2019/2020). Nel caso particolare dei tecnici, proprio per la natura duplice dell’analisi, è stato fatto un distinguo. Per individuare gli istituti che gettano le basi per un futuro di successo all’università ci si è concentrati su quelli che portano a iscriversi a un corso di laurea almeno 1 maturato su 3. Per decretare quelli che preparano meglio al mondo del lavoro, il parametro utilizzato è stato duplice: la percentuale dei diplomati occupati che hanno lavorato almeno sei mesi a due anni dal diploma e la coerenza tra gli studi fatti e il lavoro svolto. Ma, alla fine, quali sono i migliori tecnici d’Italia? Il portale Skuola.net ha individuato le prime della classe nei principali centri urbani della Penisola, da Nord a Sud, in un raggio di 30 chilometri dal centro cittadino.

I migliori istituti tecnici di Milano

A Milano, tra gli istituti tecnici, a indirizzo economico, che riescono a garantire un buon percorso universitario spiccano il “Viganò” di Merate, l’“Enrico Tosi” e il “Jean Monnet”: queste ultime due si scambiano il piazzamento rispetto all’edizione 2022. Invariata anche la classifica dei tecnici “tecnologici” ideali per la prosecuzione degli studi dopo il diploma: il podio vede in testa ancora una volta il “Greppi”, seguito dal “Vanoni” e dal “Jean Monnet”. Passando ad analizzare, invece, le prospettive occupazionali che il diploma riesce a mettere in mano agli studenti, il miglior istituto tecnico è decisamente il “Marie Curie” di Cernusco sul Naviglio, che svetta sia tra gli “economici” sia tra i “tecnologici”.

I migliori istituti tecnici di Roma

Nella Capitale gli istituti tecnici “economici” che preparano in modo sufficientemente buono all’università sono, nell’ordine: il “Livia Bottardi”, il “Cristoforo Colombo” e l’istituto “Piazza della Resistenza” (a Monterotondo). Lato istituti a indirizzo tecnologico, invece, il migliore è un plesso situato al di fuori del comune metropolitano, ovvero il “Leonardo Da Vinci” di Fiumicino, seguito dal “Di Vittorio - Lattanzio” e dal “Largo Brodolini”, anche questo situato fuori a Roma, a Pomezia.

Per quanto riguarda il tasso di collocamento dei diplomati, tra i tecnici a indirizzo economico il migliore in termini di prestazioni è il “Croce - Aleramo”. Mentre tra quelli di carattere tecnologico, il “Volta” di Tivoli, primo classificato 2022, scivola addirittura in sesta posizione, lasciando il vertice della classifica all’istituto “Einstein”.

I migliori istituti tecnici di Napoli

In Campania, i migliori istituti tecnici per proseguire gli studi universitari con maggiori soddisfazioni, secondo Eduscopio, si trovano fuori dal territorio di Napoli. Si tratta dell’istituto “Giancarlo Siani” di Casalnuovo (tra quelli a indirizzo economico) e del “Caracciolo” di Procida (tra quelli a indirizzo tecnologico). Sul fronte lavoro, invece, sono due istituti paritari, sempre della provincia: il “Sant’Agostino” di Camposano, tra quelli di tipo economico, e il “San Castrese” di Calvizzano, tra quelli di tipo tecnologico.

I migliori istituti tecnici di Firenze

Nella città toscana, i migliori istituti tecnici “economici” che preparano agli studi universitari sono il “Galileo Galilei” e il “Russell Newton”, mentre tra i tecnici “tecnologici” svettano il “Morante - Ginori Conti” e il “Salvemini - Duca D’Aosta”. Per chi punta, invece, a lavorare subito dopo il diploma, le migliori chance sembrano offrirle il “Cavour - Pacinotti”, per quel che attiene le scuole a caratterizzazione economica, e il “Meucci”, per quelle di natura tecnologica.

I migliori istituti tecnici di Torino

All’ombra della Mole, se si è intenzionati a intraprendere un percorso scolastico più pragmatico, che tenga allo stesso tempo conto di un'eventuale prosecuzione degli studi, orientandosi verso i “tecnici”, la scelta più adatta per Fondazione Agnelli, per quanto riguarda l’indirizzo economico, sono il “Fermi - Galilei” di Ciriè, il “Vittorini” di Grugliasco e il “Galilei” di Avigliana. Per il settore tecnologico, invece, si consiglia di puntare sul “Vittorini”, sul “Don Bosco” e sul “Russell”. Per chi cerca maggiori possibilità lavorative, invece, la scelta migliore è il “Vittorini”, tra gli “economici”, e l’“Agnelli”, per i tecnici “tecnologici”.

I migliori istituti tecnici di Bologna

Per quel che riguarda il capoluogo bolognese, tra le scuole tecniche che preparano meglio agli studi universitari, si confermano al vertice, tra quelle a indirizzo economico, l’istituto “Enrico Mattei” di San Lazzaro e il cittadino “Rosa Luxemburg”. Invece, tra quelle a indirizzo tecnologico, ci sono il “Crescenzi-Pacinotti-Sirani” e l’”Arrigo Serpieri”, entrambe in città. Lato lavoro, le più consigliate sono invece il “Keynes” di Castelmaggiore e il “Majorana”, rispettivamente tra i tecnici economici e tra i tecnici tecnologici.

I migliori istituti tecnici di Genova

A Genova, tra le migliori scuole tecniche per la prosecuzione degli studi emergono l’ “Eugenio Montale” e il “Filippo Buonarroti”, per i tecnici a indirizzo economico. Mentre il “Buonarroti” si conferma la prima scelta nel caso dei tecnici tecnologici, seguito qui dall’istituto “Italo Calvino”. Per chi, al contrario, è intenzionato a lavorare da subito dopo il diploma, tra gli istituti tecnici economici svetta il “Gastaldi”; tra quelli tecnologici meglio puntare sul “Galileo Galilei”.

I migliori istituti tecnici di Bari

A Bari, tra i tecnici più performanti in ottica universitaria si segnalano il “Giulio Cesare”, che si riconferma al vertice tra gli “economici”; a fargli buona compagnia anche il “Domenico Romanazzi". Anche nell’ambito tecnologico, nel capoluogo pugliese ci sono delle conferme: sono l’istituto “Savoia - Calamandrei” e il “Panetti - Pitagora”. Passando alle scuole che preparano meglio al lavoro, tra gli istituti tecnici economici la spunta il “Marco Polo”, tra i tecnologici il “Guglielmo Marconi”.

I migliori istituti tecnici di Palermo

Proseguendo con la nostra rassegna delle migliori scuole del Sud, ci spostiamo in Sicilia. A Palermo c’è un altro istituto “Marco Polo” che si impone come migliore scuola tecnica, ma stavolta per la preparazione che dà in vista dell’università, nel settore economico; ottime in quest’ambito anche le performance del “Vilfredo Pareto”. Mentre tra i tecnici tecnologici il “Vittorio Emanuele III” e il “Volta” sono le scelte più suggerite. E per chi vuole affrontare la sfida lavorativa subito dopo il diploma? Tra i tecnici “economici” in cima alla classifica c’è il “Damiani Almeyda - Crispi”, tra i tecnici “tecnologici” c’è il “Vittorio Emanuele III”.

I migliori istituti tecnici di Cagliari

Concludiamo con una visita in Sardegna, per osservare i migliori istituti tecnici di Cagliari. Qui le scuole che preparano meglio all’università, in base a Eduscopio, sono il “Primo Levi” di Quartu Sant’Elena e il “Pietro Martini” (tra i tecnici economici) e gli istituti “Bacaredda”, “Michele Giua” e “Dionigi Scano” (tra i tecnici tecnologici). Per intraprendere velo

cemente una carriera lavorativa con solo il diploma di maturità in tasca, i migliori tecnici “economici” sono, di nuovo, il “Primo Levi” e il “Pietro Martini”. Il tecnico di Quartu Sant’Elena, infine, si impone anche nella graduatoria dei migliori istituti a indirizzo tecnologico che “occupano” di più.